È scoppiata la pace!

Fatemi capire: questa è quella che vorremmo far diventare pace duratura? Benissimo. Permettetemi però di dubitarne.

Per recapitolare: nel 2000 Israele, che fino a quel momento aveva truppe stanziate nel sud del Libano, ritira il suo esercito, e tale ritiro è sancito dalle Nazioni Unite. Nel settembre 2004 viene approvata la risoluzione 1559, che impose alla Siria di ritirare le sue truppe dal Libano e di non intervenire più nella politica libanese; al Libano di estendere la sua egemonia militare su tutto il territorio; alle milizie sul territorio libanese (compresi i guerriglieri Hezbollah) di sciogliersi. Una forza dell’ONU di 2000 unità avrebbe garantito l’adempimento della risoluzione. Un grande passo avanti, se si fosse completato. (Di fatto qualche buon risultato lo portò: dopo l’assassinio del’ex premier libanese Hariri per mano siriana, i Libanesi manifestarono duramente contro l’ingerenza siriana nella politica del Libano, e poco dopo la Siria ritirò le sue truppe dal territorio confinante. Probabilmente la risoluzione ONU da sola non sarebbe bastata, ma forse neppure il solo assassionio di Hariri.)

La Siria si ritirò, tuttavia il Libano non fece nulla o quasi per imporre la sua autorità su tutto il territorio, e anzi i miliziani Hezbollah continuarono con i loro attacchi di razzi sul territorio israeliano. Questo per ricordare ancora una volta quanto inefficace siano le Nazioni Unite quando c’è da risolvere una diatriba o prevenire un conflitto… In realtà, poi, il Libano ha sempre trovato Hezbollah molto comoda per i suoi interessi, perché in conflitto con Israele che, a detta del governo libanese, occupa ancora del territorio del Libano (la zona oggetto della disputa è una parte settentrionale delle alture del Golan, che sarebbero in teoria territorio siriano; tuttavia la questione è irrilevante perché, come ho già detto, già nel 2000 l’ONU ha dichiarato completo il ritiro delle truppe israeliane dal Libano). In definitiva, per il Libano Hezbollah non è composta da “guerriglieri” ma da “resistenti”. Le Nazioni Unite si devono ancora pronunciare riguardo a queste assurdità, ma ad aspettare i comodi dell’ONU ecco che succedono i casini, ed il 12 luglio scorso Hezbollah attacca Israele con il preciso scopo di creare ostaggi di scambio. Il conflitto inizia.

Quel che di più mi ha impressionato di questa breve guerra è il livello tecnologico raggiunto dai miliziani Hezbollah: hanno mostrato di avere anche “droni”, cioè velivoli spia senza pilota. Si tratta ancora di poca roba rispetto a quanto può mostrare Israele (per dirne una, l’équipe isrealiana di Intel ha appena sfornato il miglior processore sul mercato…), ma certo fa pensare a quanti stanno dietro ad Hezbollah in maniera attiva.

Altre note rimarchevoli:

  • Come tutti gli ultimi conflitti che coinvolgono Paesi democratici, si combatte anche sul fronte mediatico. Manipolazioni ad arte della realtà sono comunque all’ordine del giorno. Particolare è la polemica che ha investito la Reuters, che ha mostrato foto palesemente “taroccate” al computer da parte di alcuni suoi reporter, al fine di gettare discredito su Israele. Di questo, in Italia non se ne parla.
  • Mi chiedo come anche in Paesi civili, come può essere il nostro, ci sia gente che appoggi apertamente Hezbollah. Si tratta di miliziani che non si sono fatti scrupolo a farsi scudo umano della popolazione civile, e che non esitano ad usare bombe a grappolo (vietate dalla convenzione di Ginevra).
  • E mi chiedo anche cosa aspetti l’ONU a dichiarare Hezbollah un’organizzazione terroristica. Un altro 11 settembre?

Ma tutto questo è finito. Oh gaudio, oh tripudio. Dopo il penoso fallimento della conferenza di Roma dello scorso 27 luglio, di cui il nostro governo è andato così tanto fiero, ecco la risoluzione 1701 dell’ONU, accettata da tutti gli schieramenti. Israele sta ritirando le sue truppe dal sud del Libano, e nessun razzo viene più sparato. Una forza internazionale di 15 mila caschi blu verrà dispiegata nelle zone del conflitto.

In definitiva, per Israele è un buon colpo messo a segno, perché in teoria non dovrà sborsare di propria tasca per mantenere la sicurezza nella zona controllata dal “Partito di Dio”, anche se non tutto l’arsenale Hezbollah è stato distrutto. Intendiamoci, è comunque un lavoro lasciato a metà: non si sa ancora se e quando i miliziani verranno disarmati, non è noto come verrà impedito loro di rifornirsi e ricostituire le basi, la questione del Golan è ancora da risolvere. Ma forse è un passo importante verso una resa dei conti, perché tutti stanno mano a mano gettando le maschere e scoprendo le loro carte.

Secondo D’Alema questo conflitto non ha portato a niente. Secondo me, ha portato abbastanza, cioè quanto questo mondo di diplomatici burocrati e di assassini terroristi è in grado di permettersi. Come mia previsione, dico che entro il 2010 Isreale sarà di nuovo costretto ad invadere il Libano, e forse allora sarà la volta di fare la voce grossa anche con la Siria.

Annunci
Published in: on lunedì, 14 agosto 2006 at 23.59  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://maxart.wordpress.com/2006/08/14/e-scoppiata-la-pace/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. bell’articolo.

    ti chiedi come possano esserci nei paesi “civili” persone che appoggino publicamente dei movimenti terroristi come HEZBOLLAH

    E’ semplice . L’ideologia di sinistra esattamente come una religione prevede dei DOGMA .
    I dogma sono verità incontrovertibili la cui fondatezza non puo’ essere messa in discussione .
    Una di queste è “essere dalla parte della ragione ”
    Per non contraddire questo dogma , ogni volta che ci si rende conto di essere in torto marcio si deve coprire il fallimento CON UNA MENZOGNA.
    E dall’invasione della Cecoslovacchia i leader della sinistra italiana coprono mendogne con altre menzogne.

    Quindi gli Hezbollah diventano RESISTENTI , altro dogma , con cui si chiude ogni possibile discussione ed analisi .

    e le menzogne sono ifinite, coem la REUTERS insegna.

    Se chiedi ai sinistrati chi ha compiuto la strace di SHABRA E SHATILA , tutti in coro ti risponderanno SHARON .e non le milizie CRISTIANE.
    perchè la colpa degli ebrei è un’altro DOGMA non discutibile.

  2. Che ci vuoi fare, se a sinistra sono atei un credo personale se lo dovranno pure inventare, no?

    Beh, penso che credere nell’Immacolata Concezione porti meno danni…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: