Fenicotteri rosa

Ieri mattina, all’ingresso del mio quartiere, c’era un omone con baffoni e pelle grinzosa e scura (di chiara origine slava) che osservava quello che era probabilmente il suo figlioletto di all’incirca 7 anni in mezzo alla strada a lavare i vetri delle macchine, mentre lui se ne stava placidamente con le braccia conserte sul marciapiede. La scena mi ha fatto ribollire il sangue nelle vene. Dopo pochi minuti ho chiamato il 112, e questa mattina lo sfruttatore non c’era più.

Forse sarà andato in un altro semaforo, ma spero che anche lì qualcuno l’abbia fermato. Qualcuno potrà dire che non ho risolto niente, che anzi ho messo ancora più in crisi una famiglia bisognosa. Beh, non me ne frega un accidente: cose del genere non le accetto.

Non sono un ingenuo. Un ragazzo che dà una mano ai genitori dopo che ha finito i compiti di scuola non mi infastidisce. Anzi, lo trovo normale, ed in un certo senso ce lo si aspetta. Ma non posso permettere che un bambino rischi nel traffico per guadagnare la pagnotta del padre, neanche se ciò è accettabile nella cultura di chi lo permette.

Nel mio Paese ci sono dei costumi, c’è una morale comune, ci sono delle leggi che aspirano ad esserne lo specchio. Non tutti le rispettano. Ma mi aspetto che tutti quantomeno ci provino: chi sprezzantemente non lo fa, offende il mio essere italiano.

E’ normale che il problema viene sentito soprattutto da chi italiano lo è. Giorni fa, il Ministro dell’Interno Giuliano Amato ha affermato che il 50% dei crimini in Italia viene commesso da Italiani. Io direi più che altro che il 50% dei crimini non è commesso da Italiani. Per la miseria, in Italia siamo circa 55 milioni di Italiani ed un paio di milioni di extracomunitari (gli stranieri comunitari sono una cifra poco significativa)! Esiste un problema immigrazione? Sì o no?
Facciamo il sunto di ciò che sta accadendo negli ultimi tempi in Italia.

  • A Brescia, la 21enne di origine pachistana Hina viene barbaramente uccisa da suo padre, con la complicità di fratello e cognato, perché non era una “buona musulmana”. Le colpe di Hina: non portare il velo, avere un ragazzo italiano (rifiutando il matrimonio col cugino pachistano), insomma comportarsi come un’italiana.
  • A Padova, viene eretto un muro “temporaneo” per separare le diverse comunità di stranieri immigrati. Gruppi di immigrati regolari organizzano ronde contro la criminalità degli immigrati clandestini.
  • Elena Lonati (1983-2006) A Verona, un marocchino rimane ustionato mentre tenta di dare fuoco ad una coppia in seguito ad una lite. Non sembra una notizia strettamente legata al fatto che l’autore è un marocchino, ma negli ultimi giorni apprendiamo anche: sempre a Brescia, un maghrebino ha ucciso il pittore Aldo Bresciani, forse per motivi passionali; ancora a Brescia, una lite tra pachistani si risolve con un morto; a Vigevano, un palestinese ha violentato il figlio di 10 anni dei vicini di casa; di nuovo a Brescia, il cingalese “Camillo” ha ucciso la bella 23enne Elena Lonati; due rumeni ubriachi e senza permesso di soggiorno hanno tentato di rapire una bambina di 6 anni. Per ora non ne ricordo altri.

Ripeto che non si tratta di delitti legati strettamente alla diversa cultura degli immigrati, ma provate a sentire i telegiornali ed a cinicamente contare quanti delitti di natura efferata vengono commessi da cittadini stranieri, e quanti da italiani. Allora non è soprendente venire a sapere che il 31.4% dei detenuti (nel 2003) in Italia è straniero. Brescia è la città italiana con la più alta presenza di cittadini stranieri.

Certo, possiamo mettere tutto in relazione al livello di istruzione (che a volte è sorprendentemente alto), alle condizioni economiche, al degrado in cui si vive. Ma ciò non sposta di una virgola il problema: i flussi migratori vanno regolamentati, perché in Italia c’è benessere sì, ma non è infinito e quel che c’è va conquistato. Se non c’è la possibilità di conquistarlo è inutile illudere la gente.

In virtù di ciò, che sta facendo la nostra lungimirante maggioranza di governo?

  • Promette di abrogare la legge Bossi-Fini, triplicando le quote di immigrati regolari ogni anno (cioè, nessuno è clandestino semplicemente perché tutti vengono regolarizzati).
  • Promulga indulti e rimette in libertà decine di migliaia di criminali per le strade (che stanno tornando in galera a frotte, per la gioia delle forze dell’ordine).
  • Ha al suo interno esponenti che giurano l’abrogazione dei Centri di Permanenza Temporanea (gridando che sono disumani e contro la Costituzione, che evidentemente ritengono talmente avanzata ed attuale dall’aver previsto flussi di decine di migliaia di clandestini già 60 anni fa).

Poi ci si stupisce se stiamo avendo un’emergenza di “carrette del mare” al largo di Lampedusa? In Africa l’Italia dev’essere ormai visto come un Paese dove una volta sbarcati la possibilità di farla franca è praticamente certa. E la situazione di Padova sa già molto di banlieu parigina.

A condire tutto questo, una chicca: a Chieti, il gip Marco Flamini ha rimesso in libertà un algerino accusato dello stupro di una 17enne per mancanza di pericolo di fuga (!). Fa impressione che un tale individuo arrivi a fregiarsi del titolo di “giudice”. Per fortuna pare che Mastella non l’abbia presa bene (quanto aspetteremo per vedere gli ispettori anche dalla Forleo?).

Io amo la mia terra, e proprio per questo mi batto perché ci siano regole precise per ci vuole venire a goderne con me. Al momento, gli unici flussi migratori che lascerei liberi da ogni restrizione sono quelli dei bellissimi fenicotteri rosa.

Fenicottero rosa

Advertisements
Published in: on giovedì, 24 agosto 2006 at 23.42  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://maxart.wordpress.com/2006/08/24/fenicotteri-rosa/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. D’accordo con te. A che semaforo c’era il bambino lavavetri? A quello all’entrata di Su Planu venendo da via Peretti?

    Questo governo mi fa schifo, su tutti i fronti.

    Non so, ma secondo me non è un caso che i fatti di Brescia e Padova avvengano in comuni amministrati dal centro-sinistra…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: