Spy story

“Po” non è il fiume e nemmeno Prato… ;)

Va bene, lo ammetto, la vignetta è un giochetto di parole assai banale sul cognome di Mario Scaramella, protagonista della recente “spy story”, ormai sulla via della conclusione in un nulla di fatto. A dire il vero, mi è parso che la caramella sia stata più la storia stessa per i giornalisti, cui non sarà parso vero di poter raccontare questa vicenda in giro e dare sfogo alle più svariate tesi complottistiche, ma tralasciamo questa mia critica verso il giornalismo nostrano, che mai sembra averne abbastanza.

In tutta questa storia cos’è emerso? Sinceramente non lo so. Non ho idea del perché Litvinenko sia stato avvelenato. Mi sorprende che sia stato usato una sostanza tossica così scomoda come il polonio 210. Posso fare giusto alcune considerazioni.

La prima è che Litvinenko sia stato ucciso perché sapeva troppo e qualcuno non voleva che raccontasse certe cose in giro. Sembra un’ovvietà, ma è cosa ben diversa dal dire che non si voleva che Litvinenko scoprisse qualcosa di scottante.

La seconda considerazione è che Scaramella non sia implicato nel suo avvelenamento. Sebbene la sua intossicazione possa essere intesa come una copertura, od un incidente a seguito della manipolazione del polonio, trovo improbabile che una persona come lui, nota al pubblico e già esecutore di incarichi istituzionali, possa facilmente reperire una quantità di polonio sufficiente ad uccidere un uomo, ben 15 mila volte superiore a quella normalmente ottenibile per ricerche di laboratorio.

In ultimo, penso che non c’entri neanche Putin. Voglio dire, per quanto figlio di buona donna sia, e per quanto potere abbia, sono sempre dell’idea che un ex capo del KGB, ed ora uomo più potente della Russia, sappia benissimo come eliminare un uomo dalla faccia del pianeta facendo credere pure a sua madre che si sia ritirato a vita monacale in un convento di frati trappisti.

Advertisements
Published in: on lunedì, 11 dicembre 2006 at 12.36  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://maxart.wordpress.com/2006/12/11/spy-story/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: