Fuori mezzo?

Dunque alla fine Napolitano ha respinto le dimissioni di Prodi, e quindi in teoria non cambierà nulla. Altrettanto in teoria, Prodi vorrebbe cambiare qualcosa, perché è perfettamente cosciente che con tale supporto al Senato non andrà mai avanti. Ed allora eccolo che tira giù i 12 punti su cui basare la nuova azione di governo.

Proviamo ad analizzarli: ne emerge, soprattutto nelle righe finali, la volontà di dare più autorevolezza al premier, in modo da limitare “sbandate” come quella di mercoledì scorso. Bravo Prodi, peccato solo che l’autorevolezza non si decide a tavolino ma la si conquista sul campo e tu, caro Romano, non solo sei un leader da due soldi (un “re travicello”, diciamo) ma non hai neppure un partito che ti sostenga.

In secondo luogo, ci sono diversi punti mirati ad amicarsi i voti di centro e soprattutto di quei “pazzerelloni” dei senatori a vita: famiglia, lavoro, pensioni. Ormai è chiaro che se si vuole andare avanti con questo esecutivo bisogna cercare il sostegno più largo possibile e le defezioni dei senatori a vita sono letali.

La questione più spinosa rimane quella della sinistra radicale: come garantirsi da qui a venire il loro appoggio incondizionato? Perché, sapete, per loro accettare direttive come la missione in Afghanistan, la Torino-Lione, i rigassificatori, il mantenimento degli accordi in politica estera, i tagli dei fondi alle politiche locali, è veramente dura. Forse daranno la fiducia perché in fin dei conti sono forza di governo (svergognandosi però di fronte all’elettorato, che ha ben capito che nulla è cambiato se non in peggio), ma niente mi farà mai pensare che questi signori, in casi singoli o in gruppo, in un futuro anche prossimo non toglieranno di nuovo la sedia da sotto le traballanti chiappe di Prodi.

Io aspetto ed osservo (visto che di votare non se ne parla), ma faccio questo appello virtuale ai senatori a vita: vi prego di non cedere a questa nuova lusinga, perché dietro si nasconde solo un’illusione, e sono sicuro che lo sapete. Se questo è un tentativo di ridare una spinta centrista all’esecutivo, è palese che non durerà, ed al minimo strappo il governo sarà di nuovo gambe all’aria. Noi Italiani non ce ne facciamo nulla di questo tentativo, è solo per farci male.

Perché, in pratica, non cambierà nulla!

Annunci
Published in: on domenica, 25 febbraio 2007 at 8.15  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://maxart.wordpress.com/2007/02/25/fuori-mezzo/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: