Ma ci credono davvero? Parte II

Scusate, mi sarebbe piaciuto parlare d’altro, ma le ultime vicende politiche hanno assunto i toni del patetico. Dopo le minacce della sinistra radicale di far cadere il governo, dopo i corteggiamenti di Berlusconi ai senatori moderati, Prodi si dev’essere spaventato e ha subito esordito calando le braghe all’ala estremista e dichiarando che lo “scalone” va abolito, ma poi, per non far arrabbiare l’ala moderata, sottolinea che si farà “con gradualità”, di fatto confondendo tutti con l’effetto di prendere un po’ di tempo prima che la tempesta arrivi.

E la tempesta arriverà, perché anche D’Alema sa che i soldi non crescono sugli alberi, e quelli che ci sono, secondo la UE, sono pure usati male, cosa cui ormai il povero Padoa-Schioppa non sa più come rispondere se non con toni sempre più da “curva sud”. Allora sarebbe il caso davvero, come dice Marini, di cercare l’unità nazionale, che per me vuol dire un accordo con l’opposizione (e ovvia conseguente caduta del moribondo governo), ma per lui (ex sindacalista) non si sa. Ah, in tutto questo ambaradan, ovviamente Veltroni ha avuto la premura di non dire nemmeno una parola. E si rincuorino gli estremisti di sinistra e si esaltino di disobbedienza noglobalista al sentire le nuove testimonianze sugli incidenti nella scuola Diaz, a Genova.

Ah, vorrei anche ricordare ciò che avevo detto riguardo alle future dimissioni di Bertolaso come Commissario straordinario dell’Emergenza rifiuti in Campania: a quanto pare getterà la spugna. Lapalissiano.

A proposito, vi piace la nuova 500? A me sì… 😉

La nuova Fiat 500, presentata il 4/7/2007 a Torino

Published in: on venerdì, 6 luglio 2007 at 15.58  Comments (1)